I Formaggi

•  Possibilità di realizzare prodotti più naturali con minimo o nullo apporto di conservanti e/o additivi

• Aumento della shelf life dalle 3 alle 5 volte rispetto al prodotto non trattato

• Migliore distribuzione commerciale grazie alla lunga shelf life del prodotto e alla possibilità di arrivare in zone geografiche lontane, ad esempio via nave

• Evitare gli sprechi

• Recupero di lotti eventualmente problematici

• Sicurezza alimentare garantita (abbattimento rischio listeria, salmonella, ecc..)

Uno dei principali settori dove l’HPP trova piena applicazione sicuramente è quello dei formaggi, soprattutto quelli ad alta attività dell’acqua (aW) ovvero i formaggi molli come ricotta, squacquerone, crescenza o formaggi a bassa stagionatura (primosale, caciotta, ecc…).

Schermata 2019-07-31 alle 15.10.55
Schermata-2019-07-31-alle-15.10.55

Il Pesce

• Sicurezza alimentare: Il trattamento HPP elimina il rischio di eventuali patogeni pericolosi per la salute umana come ad esempio l’Anisakis (parassita molto noto nel consumo di pesce crudo), Listeria, Salmonella, Vibrio e anche il virus dell’epatite A.

•  Incremento della shelf life molto importante dalle 4 alle 7 volte 

• Prodotto fresco e innovativo: l’applicazione del processo di pascalizzazione, sia al pesce fresco tal quale sia ai prodotti da esso derivati (sughi freschi, ricettati crudi o precotti,…), permette di ottenere prodotti innovativi con caratteristiche sensoriali davvero uniche, che però vengono mantenute molto più a lungo 

• Sviluppo prodotti dall’elevato contenuto di servizio: piatti pronti (i cosiddetti ready-to-eat, che devono eventualmente essere soltanto scaldati) a base pesce potranno essere realizzati con grande fantasia di ingredienti essendo sicuri, belli e buoni a lungo  

• Accesso a nuovi mercati grazie alla maggiore sicurezza e ad una shef life superiore. 

• Promozione di specie ittiche precedentemente assenti in determinati mercati: Poter trasformare e preparare il pesce prima della sua immissione sul mercato significa anche poter promuovere specie ittiche, magari anche considerate minori o addirittura non utili, o poterle portare lontano in forma fresca (non ricorrendo al congelamento) dove finora non era stato possibile.